• 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg
  • 5.jpg
  • 6.jpg
  • 7.jpg
  • 8.jpg

La seconda avventura di Lara Croft

CopertinaLeggiamo dall'introduzione del libretto che accompagnava il CD del gioco:
La leggenda dice che colui che si conficca nel cuore il pugnale di Xian, acquisisce il potere del Drago. Nell'antica Cina, l'imperatore era colui che deteneva questo potere e assieme al suo esercito, era una forza da non sottovalutare. Perciò, cominciò a pretendere il vasto territorio cinese. La sua battaglia finale, però, finì con una sconfitta. Mentre tutti i popoli vennero a lui sottomessi, i monaci guerrieri del Tibet non cedettero e combatterono coraggiosamente contro la sua malvagità. Conoscendo il potere del pugnale, riuscirono a toglierlo dal cuore dell'imperatore (e del Drago) sconfiggendo così anche l'esercito. Il pugnale venne rimesso al suo posto all'interno della Grande Muraglia e chiuso sotto chiave per i tempi a venire.... Ora tre parti si contendono la conquista del pugnale e tutte, per ragioni differenti. Lara, l'avventuriera di sempre, è una di queste. Durante i suoi viaggi, incontrerà le altre due...

 

Certo, si poteva dire meglio. Tomb Raider - Il pugnale Xian (preferisco così piuttosto che il pugnale di Xian) porta notevoli novità alla nostra stellina. Intanto qualche abito diverso, che recupera cammin facendo, ovvero una muta da sub (a mezza coscia) per i livelli in profondità e un caldo bomber imbottito per le nevi tibetane. La grafica non può che migliorare anche se a mio avviso le hanno fatto una fronte troppo alta e un'attaccatura di capelli che sembra posticcia. Però, la crocchia sulla nuca del primo gioco diventa una treccia, che sarà da qui in poi una costante e suo distintivo.

 

Ma prima, un po' meglio, la storia.
TRIICinaDal filmato introduttivo capiamo che in Cina, molti anni fa, un Dragone mostruoso affiancava in battaglia un Condottiero. La battaglia che vediamo però ha un esito incerto per costui, il Dragone viene neutralizzato da uno sparuto esercito di uomini dall'aspetto dimesso, paiono contadini ma capiremo poi che sono dei monaci. Il Pugnale estratto dal corpo del Dragone, il Pugnale Xian, viene messo al sicuro in un monastero. I monaci conoscevano quindi la leggenda del dragone e sapevano come fare per vincerlo. Lara è sulle tracce del pugnale, ma non sappiamo come. Del resto è lei l'archeologa ricercatrice e avventuriera, non noi.

Lara scende al volo da un elicottero (e si rialza dal salto con un piano americano da brivido). E' nei pressi della muraglia cinese, primo passo alla ricerca del fantomatico pugnale. Se ci sia un committente o se Lara agisca in proprio, non ci è dato a sapere per vie ufficiali.

 

TR2-SchermatainstNel gioco, le prime informazioni le abbiamo da una specie di guardiano nascosto nei sotterranei della Grande Muraglia, ci dirà che sulle piste del Pugnale c'è un un losco figuro (per il guardiano è l'eletto): Marco Bartoli. Scopriremo lì l'indirizzo di un altro Bartoli, Gianni, che ci porterà in una delle ambientazioni più suggestive di Tomb Raider: Venezia. Sapremo solo in un secondo tempo che si tratta del padre di Marco. Le operazioni di ricerca si spostano quindi in Italia.

Alla fine dei livelli italiani, ci imbarcheremo clandestinamente verso lo scenario delle operazioni subacquee segrete del suddetto Bartoli, su un aliante guidato proprio da Marco Bartoli e un suo fidato socio, tale Fabio (un fratello? un parente stretto? la conversazione tra i due lo lascia intuire senza dirlo).

 

TR2-SchermataScopriremo che le attenzioni di Marco Bartoli sono concentrate su un relitto, quello della "Maria Doria" giacente in fondo al mare. Apprenderemo qualche dettaglio in più relativamente a un fantomatico "Sigillo" e al Pugnale da un monaco tenuto prigioniero sulla piattaforma Off-shore di Bartoli, base delle operazioni di ricerca della Maria Doria. E' il suo interno che ancora custodisce il "Sigillo" un oggetto particolare (detto anche "Serafo"), che Gianni Bartoli stava trasportando in Italia. E c'è la mano dei Monaci nel naufragio della Maria Doria. Tale oggetto è indispensabile per aprire le porte nel monastero di Barkhang che danno accesso alle Catacombe di Talion. Il Talion è un oggetto a sua volta indispensabile per l'apertura del mitico portale che introduce al Tempio dello Xian, laddove il pugnale è custodito.

 

TR2-Copertina2Lara, nonostante le difficoltà, riuscirà ad impossessarsi del Sigillo nel "Ciclo acquatico" del gioco. Il sospetto è, visto il comportamento ambiguo di Marco Bartoli, che questi utilizzi l'astuzia di Lara per trovare il Sigillo. Che lo trovi lei o uno dei suoi poco importa, l'importante è che venga trovato e usato per aprire le porte delle Catacombe. Ecco perchè forse non la uccide quando ne ha l'occasione, forse non gli conviene. Infatti, Marco Bartoli si fa di nebbia da lì in poi per riapparire soltanto molto più avanti, in una cerimonia segreta, all'interno del Tempio. Lara troverà il sigillo e su indicazione del monaco prigioniero sulla piattaforma (che ha un nome: fratello Chan Barkhang), andrà proprio al monastero, in Tibet.

Giunta in Tibet la vita non sarà facile.. Molte guardie armate tenteranno di sottrarre a Lara il Sigillo. Lara sarà di scena al Monastero di Barkhang dove i Monaci la aiuteranno (purchè non gli si spari) nel contrastare le guardie di Marco Bartoli. Questi, come detto, lo incontreremo nel Tempio dello Xian, coinvolto e attore protagonista di un rito sacerdotale (che non vi anticipo, per lasciarvi il gusto di scoprirlo da soli). Un rito pericoloso. Capiremo qui il significato delle parole e dei timori del Monaco della piattaforma Off-shore. Lara comunque riuscirà a recuperare il Pugnale e a portarlo in Inghilterra, a casa sua. Subirà, dulcis in fundo, un attacco fin dentro casa ancora dalle guardie armate di Bartoli e forse dallo stesso furente e redivivo Bartoli.

Una trama tutto sommato affascinante, anche se meno coinvolgente rispetto all'episodio precedente e forse un pochino pretestuosa. In compenso le novità (rispetto a TR I) sono interessanti e offrono soluzioni di gioco meno ripetitive.

Azioni ed enigmi ben bilanciati, oggetti comuni da trovare e raccogliere, ambientazioni diversificate anche se il "ciclo acquatico" (sei estenuanti livelli) risulta forse un po' lungo.

Eccoci alle soluzioni ma, volendo, possiamo guardare lo sviluppo del filmato introduttivo oppure sapere Cosa troveremo nel gioco.

Questo sito usa i cookies per migliorare la navigazione e il ritorno sul sito.
Continuando la navigazione accetti tale utilizzo. Per saperne di più clicca sul pulsantino o chiudi il banner.